Mafia: processo Lombardo, legale in quarantena e slitta inizio arringhe difesa

·1 minuto per la lettura
Mafia: processo Lombardo, legale in quarantena e slitta inizio arringhe difesa
Mafia: processo Lombardo, legale in quarantena e slitta inizio arringhe difesa

Catania, 16 mar. (Adnkronos) – Uno dei due legali di fiducia è in quarantena fiduciaria e così slitta l'inizio delle arringhe difensive del processo d'appello a carico di Raffaele Lombardo, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio aggravato che si celebra davanti alla Corte d'appello di Catania. Presente oggi in aula solo l'avvocato Maria Licata, per assistere alle dichiarazioni spontanee dell'ex Governatore. Mentre non è venuto l'avvocato Vincenzo Maiello perché in quarantena fiduciaria. Così l'avvocato Licata ha chiesto alla Presidente della Corte Rosa Angela Castagnola di rinviare l'inizio delle arringhe che era previsto per oggi. Con il consenso dell'accusa, l'udienza per l'inizio delle arringhe difensive è stata così rinviata al prossimo 23 marzo. L'udienza successiva è prevista per il 30 marzo. Poi si andrà al 18 maggio per le repliche e, forse, la sentenza.