Mafia: processo trattativa, stralciata posizione di Massimo Ciancimino

Mafia: processo trattativa, stralciata posizione di Massimo Ciancimino

Palermo, 2 mar. (Adnkronos) – La Corte di assise di appello di Palermo ha disposto, nell'ambito del processo sulla trattativa Stato-mafia, lo stralcio della posizione di Massimo Ciancimino, imputato per calunnia. In primo grado era stato condannato a 8 anni di carcere. Oggi il Presidente della Corte Angelo Pellino ha sciolto la riserva. Era stata la difesa di Ciancimino, che per motivi di salute non partecipa alle udienze, a chiedere ai giudici di stralciare la posizione di Ciancimino. I due legali avevano chiesto sentenza di non luogo a procedere "per intervenuta prescrizione, secondo i nostri calcoli, già prima della pronuncia della sentenza di primo grado". Lo stralcio sarà trattato nell'udienza del prossimo 16 aprile. Tra gli altri imputati spiccano i nomi del generale Mario Mori e del generale Antonio Subranni, ma anche dell'ex senatore Marcello Dell'Utri, accusati di minaccia a corpo politico dello Stato.