Mafia: Renzi, 'magistrati hanno fatto carriera su processo Stato-mafia'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 24 set. (Adnkronos) – “La mafia è stata per la nostra generazione il male assoluto, molti di noi si sono avvicinati alla politica nei giorni delle stragi di Capaci e via D’Amelio. Quella vicenda ci ha segnato e ogni tentativo di sminuire ciò che ha accaduto è da respingere, ma da qui a fare la facile equazione Stato uguale mafia è stato un grave errore". Lo ha detto Matteo Renzi presentando 'Controcorrente' a Siracusa.

"Ci sono stati magistrati che hanno fatto carriere politiche su quel processo. Il punto è che non si può accettare che o Travaglio ha ragione o siamo tuti mafiosi. I processi non li fai su Twitter. È nei processi che si afferma la verità sennò non c’è più istituzione che tenga. Giustizia e non giustizialismo: sconfiggere la mafia è dovere di tutti ma fare giustizialismo per vendere copie o fare carriera politica ha portato soltanto al populismo”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli