Mafia: sentenza Agostino, 'pronuncia Cedu su Contrada non incide sui fatti già accertati'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 9 giu. (Adnkronos) – La pronuncia della Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo su Bruno Contrada, che ha dichiarato che la condanna per concorso esterno per associazione mafiosa ha violato l'articolo 7 della Convenzione europea "non ha mai inciso sotto alcun profilo sui fatti che sono rimasti definitivamente accertati in quel processo". A scriverlo nelle motivazioni della sentenza per l'omicidio dell'agente di Polizia Antonino Agostino e della moglie Ida Castelluccio, è il gup Alfredo Montalto che ha condannato all'ergastolo il boss Nino Madonia. Per il magistrato "restano i fatti processualmente accertati a carico di Contrada – dice – tutti compatibili con la descrizione dei rapporti dello stesso con i Madonia restituita dai collaboratori di giustizia anche nel presente processo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli