Mafia: vedova caposcorta Falcone, 'Brusca libero? Sono indignata, lo Stato ci rema contro'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 31 mag. (Adnkronos) – "Sono indignata, sono veramente indignata. Lo Stato ci rema contro. Noi dopo 29 anni non conosciamo ancora la verità sulle stragi e Giovanni Brusca, l'uomo che ha distrutto la mia famiglia, è libero. Sa qual è la verità? Che questo Stato ci rema contro. Io adesso cosa racconterò al mio nipotino? Che l'uomo che ha ucciso il nonno gira liberamente?…". Tina Montinaro è la vedova di Antonio Montinaro, il caposcorta di Giovanni Falcone, Ha appena appreso della scarcerazione di Giovanni Brusca e non nasconde la sua amarezza.

"Dovrebbe indignarsi tutta l'Italia e non solo io che ho perso mio marito – dice in una intervista all'Adnkronos – Ma non succede. Queste persone vengono solo a commemorare il 23 maggio Falcone e si ricordano di 'Giovanni e Paolo'. Ma non si indigna nessuno". Per Tina Montinaro, che oggi è in Polizia a girare per le scuole per raccontare chi era il marito, l'angelo custode di Falcone, tutta la Sicilia "dovrebbe scendere in piazza". "Sono davvero indignata e amareggiata – dice – Quando questi signori prendono queste decisioni, come la scarcerazione di Brusca, non pensano a noi familiari, non pensano alle vittime".

"Lo Stato non sta dando un grande esempio – dice – Abbiamo uno Stato che ha fatto memoria per finta. Mancano le parole. Cosa c'è sotto? A noi la verità non è stata detta e lui è fuori e loro continuano a dire perché ha collaborato… E' incredibile. O ha detto una verità che a noi non è stata raccontata". Insomma, per Tina Montinaro "c''è una giustizia che non è giustizia, allora è inutile cercare Matteo Messina Denaro, noi continuiamo a fare memoria, mi sa che c'è uno Stato che ci rema contro, una politica che ci rema contro…".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli