Magi: crisi Atac il fallimento delle scelte della Raggi

Red/Cro/Bla

Roma, 8 giu. (askanews) - "Corse perdute, vetture vecchie, scarsa manutenzione, bus nuovi comprati con difetti di fabbrica, filobus in garage, concordato a rischio, pullman privati che, non si capisce con quale bando, hanno sostituito la vecchia flotta Atac, attese interminabili alle fermate nonostante scuole e met degli uffici chiusi". Lo afferma in una nota Riccardo Magi, deputato di +Europa Radicali.

"Questo scenario terrificante non frutto del Covid, ma delle politiche grilline che in questi 4 anni hanno raccontato ai romani come il concordato fosse la panacea di tutto e invece oggi si accorgono che il 25 giugno, data per il pagamento dei creditori, vicino e che i soldi non ci sono. Atac offre un servizio scadente ai romani e la Raggi con le sue scelte non stata in grado di invertire la rotta, ha affossato ideologicamente un referendum che avrebbe potuto modificare il modo di immaginare il servizio di trasporto a Roma e lascer un fardello alla prossima amministrazione e un servizio ancora pi precario ai romani. In questa triste vicenda esiste solo una costante: quella delle promesse fatte dalla sindaca in campagna elettorale e quello che poi non riuscita a realizzare, perch senza idee moderne e investimenti si pu amministrare un condominio, non certo la citt di Roma", conclude.