De Magistris: governo ci ha ascoltati ma devono seguire i fatti

Psc

Napoli, 18 giu. (askanews) - "Dal Governo siamo stati ascoltati, l'ascolto sempre molto bello, il dialogo c' ed corretto, ma alle promesse e agli impegni devono seguire i fatti". Cos il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ospite di Coffee Break su La7.

"I Comuni - ha aggiunto l'ex pm - hanno bisogno di soldi e di poteri perch, ancora oggi, sono le Regioni a decidere come si amministra una citt". "Le sentinelle del territorio, come lo stesso presidente Conte ha definito i sindaci, sono rimaste senza soldi, senza poteri, ma solo con le responsabilit che ci prendiamo a prescindere perch amiamo le nostre citt, ma cos - ha rincarato de Magistris - la guerra si perde e si perde anche la coesione sociale. I sindaci hanno chiesto risorse perch non incassano pi nulla".

Il sindaco partenopeo ha spiegato che, da gennaio 2020 a oggi, il Comune di Napoli ha perso 350 milioni di euro a fronte dei quali ha ricevuto dal Governo 13 milioni. "Se le cose restano cos mi chiedo come potranno citt come Napoli, Milano, Firenze, Palermo e altre garantire il trasporto pubblico, la raccolta dei rifiuti, l'illuminazione pubblica. Se si arriva a settembre mi domando come si pensa di far ripartire il Paese". De Magistris poi tornato a chiedere di "affidare ai sindaci il potere di spesa immediato, soprattutto quelli delle grandi aree metropolitane dove c' gran parte del Pil del nostro Paese. L'Europa d'accordo - ha concluso - dateci questa possibilit perch noi sindaci abbiamo la responsabilit e non abbiamo paura dell'abuso d'ufficio e della Corte dei Conti".