'Mago' e cacciatore di bufale, addio a James Randi

·3 minuto per la lettura

AGI. - Il 'prestigiatore escapologo' James Randi è morto, a 92 anni. Artista nel liberarsi da lacci o camicie di forza, grande prestigiatore, è diventato famoso anche come 'sbugiardatore' di persone che vantavano presunti poteri paranormali. Oggi sarebbe un 'cacciatore di bufale'. La notizia della sua morte è stata data dal sito della sua fondazione.

"Siamo molto tristi di annunciare che James Randi è morto ieri di vecchiaia. Ha avuto una vita spettacolare. Ci mancherà" si legge in una breve nota della James Randi Educational Foundation.

Nato Randall Zwinge a Toronto, Canada, nel 1928, Randi era un bambino prodigio con un QI di 168 e interessato alla magia fin da piccolo, scrive il Washington Post. 
Dagli anni Quaranta ha lavorato come mago da palcoscenico e artista della fuga, fino a chiamarsi "The Amazing Randi".

Come escapologo aveva ottenuto due Guinness dei primati - per aver battuto il tempo di Harry Houdini restando chiuso in una bara subacquea, un'ora e 44 minuti, e per essere stato rinchiuso in un blocco di ghiaccio per 55 minuti.

Implacabile con i truffatori del paranormale

Mentre si divertiva a stupire il pubblico con le sue prodezze di evasione e i suoi giochi di prestigi, Randi non ha dato scampo ai cosiddetti sensitivi e guaritori della fede, esponendo numerosi truffatori con la sua conoscenza profonda dei trucchi di un 'mago'.

Quando l'interesse del pubblico per il paranormale era in forte crescita, negli anni Settanta, Randi insieme allo scrittore di fantascienza Isaac Asimov e all'astronomo Carl Sagan, ha co-fondato quello che oggi è noto come il "Comitato degli Scettici" per indagare sulle affermazioni riguardo ai fenomeni paranormali e promuovere l'indagine scientifica.

La trappola per Uri Geller

 Uno dei suoi bersagli più famosi fu Uri Geller, un israeliano che si diceva in possesso di poteri paranormali e sosteneva di avere la capacità di piegare un cucchiaino con la forza della mente.

Nel 1973, Johnny Carson invitò Geller al "Tonight Show" e gli chiese di dimostrare i suoi poteri su una serie di oggetti di scena ma un Geller confuso e in difficoltà non ci riuscì e disse che non si "sentiva forte" quella sera. 

Prima dello show Carson, che a sua volta era stato un illusionista e faceva parte del gruppo degli Scettici, chiese a Randi come smascherare Geller. "Gli ho detto di fornire i loro oggetti di scena e di non lasciare che Geller o i suoi ci si avvicinassero", ha raccontato Randi.

Un milione di dollari a chi dimostra di avere i 'poteri'

In uno show alla radio, nel 1964, Randi offrì mille dollari a chiunque potesse provare davanti alla scienza di avere poteri paranormali.

La cifra è stata via via aggiornata nel tempo (oggi la James Randi Educational Foundation è arrivata a offrire un milione di dollari) ma nessuno è riuscito a dimostrare i poteri  davanti agli scienziati. 

"La differenza fra quelli e me", disse nell'81 Randi al New York Times, "è che io ammetto di essere un ciarlatano. Loro no. Non ho tempo per certe favolette".

Il guaritore 'radioguidato'

Negli anni Ottanta Randi smascherò il cosiddetto guaritore della fede Peter Popoff, mostrando che il televangelista usava di nascosto un auricolare radio per ricevere informazioni specifiche sui membri della congregazione e sulle loro malattie che, secondo lui, gli venivano rivelate da Dio.