Magrezza uguale bellezza? Non più: la rivoluzione delle curve

Basta diete affamanti in nome della magrezza a tutti i costi: una frase che non è più solo uno slogan per molte star dello spettacolo, che, mostrando orgogliose la propria formosa silhouette, possono dare un grande esempio a milioni di ragazze.

Paladina dell'orgoglio curvy è senza dubbio Demi Lovato, che per conformarsi ai canoni estetici dei teen idol di qualche anno fa, era finita addirittura in rehab per disturbi alimentari ma oggi si mostra bella e formosa sul palco.

Più difficile è il recente percorso di Rihanna, che da sex symbol si è vista umiliare sui magazine e in rete per qualche chilo in più - qualcuno l'ha addirittura definita plus size - ma ha risposto per le rime. “Se non puoi gestire la mie versione 2007 di Gucci Mane, allora non meriti la mia versione 2017”, aveva scritto in rete ottenendo migliaia di like.

Anche nel mondo della moda le forme arrotondate non sono più uno stigma: lo dimostra il grande successo di Ashley Graham e Iskra Lawrence, le modelle più in del momento.

Lo sfoggio delle curve generose, che sempre più spesso vediamo sulle riviste e in rete, non è un mero esercizio di vanità, ma l’incoraggiamento a ogni donna a vedersi bellae le celebrity che prestano volto - e soprattutto corpo - a questa “rivoluzione” che si contrappone al pensiero unico secondo cui magrezza uguale bellezza hanno tracciato la strada.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità