Mahashta Murasi, l'uomo più vecchio del mondo avrebbe 179 anni

Mahashta Murasi

"Ho 179 anni, la morte si è dimenticata di me": questa è la spiegazione che Mahashta Murasi si è dato per giustificare una longevità senza precedenti. Quest'uomo vive nel nord dell'India e stando a quanto ha dichiarato, sarebbe nato nel 1835. Se fosse vero, il calzolaio di Varanasi non sarebbe solo l'uomo più anziano del mondo attualmente in vita, bensì anche il più longevo della storia.

Le autorità indiane e i documenti d'identità in possesso di Murasi sembrano confermare le sue parole, ma l'età non è stata verificata da alcun medico attraverso esami o accertamenti ad hoc. Murasi sembrerebbe addirittura sopravvissuto all'ultimo dottore che lo ha visitato, morto nel 1971, un dettaglio che fa dubitare dell'intera storia ormai rimbalzata agli onori della cronaca e ripresa delle più importanti testate mondiali.

L'uomo sarebbe nato a Bangalore il 6 gennaio nel 1835. Nel 1903 si è trasferito a Varanasi dove ha lavorato come calzolaio fino a quando non è andato in pensione, all'incredibile età di 122 anni.

"Ho vissuto così tanto, che i miei pronipoti sono morti da un pezzo", ha raccontato l'uomo. "Sembra che la morte si sia dimenticata di me. Ho perso ogni speranza, nessuno campa fino a 150, figuriamoci 170. Sarò immortale... A questo punto potrebbe anche farmi piacere!". 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli