Mahmood ricoperto d'insulti dopo l'incendio a Milano: "Senza casa? Stappo un magnum"

·1 minuto per la lettura
Mahmood
Mahmood

Dopo l’incendio che ha distrutto la palazzina in cui risiedeva a Milano, Mahmood è stato ricoperto da una valanga d’insulti via social.

Mahmood: gli insulti via social

Un terribile incendio è divampato nel grattacielo Torre dei Moro a Milano, ma fortunatamente non ci sono stati morti né feriti (a parte 20 persone intossicate). Il cantante Mahmood risiedeva al nono piano del palazzo e da subito sono circolate notizie riguardanti la sua fuga dalla struttura (sembra che sia stato tra i primi a lasciare il palazzo). Nonostante il cantante non abbia ancora rilasciato dichiarazioni in merito a quanto accaduto (e che presumibilmente ha causato la distruzione della sua casa così come del resto del palazzo) sui social si è compiuto un vero e proprio scempio nei suoi confronti: tra gli haters c’è chi ha esultato perché ora Mahmood sarebbe senza casa. “Ma allora stappo un magnum, amici! stasera non dormo, bevo, alla tua Mahmood”, scrive un profilo su Twitter. E ancora: “Non state a preoccuparvi troppo per Mahmood. I soldini per prendersi un altro appartamentino a Milano ce li avrà, giusto?”.

Mahmood: la solidarietà del sottosegretario 5 Stelle

Mentre sui social in tanti continuano a scagliarsi contro Mahmood nonostante la terribile tragedia, il sottosegretario del Movimento 5 Stelle, Carlo Sibilia, ha espresso la sua solidarietà verso l’ex vincitore del Festival di Sanremo. “Tra gli sfollati anche il cantante Mahmood, vittima in queste ore dei soliti haters osceni, al quale va la mia piena solidarietà insieme a tutte le persone colpite dal rogo. Contattato telefonicamente sta bene, come tutti gli altri residenti”, ha dichiarato.

Mahmood: Morgan e gli altri

Negli stessi drammatici attimi in cui Mahmood e gli altri residenti abbandonavano in tutta fretta il palazzo che ha preso fuoco, Morgan – nome d’arte di Marco Castoldi – ha lasciato la sua casa, che si trovava proprio accanto all’incendio. Attraverso i social il cantante ha raccontato in una diretta quanto accaduto: “Incredibile, c’è un grattacielo che sta completamente andando a fuoco, è una cosa assurda stavamo per andare a fuoco anche noi, siamo nella casa di fianco”, ha dichiarato Morgan allontanandosi in tutta fretta dal palazzo. Fortunatamente, nonostante il grave incendio sulle cui causa la procura starebbe indagando, non ci sarebbero stati morti né feriti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli