'Mai col Pd', 'facciamo uno sforzo': base M5S divisa

webinfo@adnkronos.com

Tanti, al grido di "mai col Pd", vedono come il fumo negli occhi una eventuale alleanza coi dem. Ma non manca chi tifa per l'intesa col 'nemico' di sempre pur di tenere viva la legislatura e realizzare i punti più importanti del programma pentastellato. Sui social e sul Blog delle Stelle la base M5S si divide sul destino di Luigi Di Maio &Co: dire sì o sottrarsi all'abbraccio col partito di Nicola Zingaretti e Matteo Renzi?  

"Tutti quelli che schifano il Pd come alleato di governo evidentemente auspicano le elezioni ed un governo di destra" che "massacrerebbe la democrazia", ragiona Carlo commentando l'ultimo post pubblicato dal Blog grillino. "Ma veramente pensate che la base voglia andare con il Pd?", obietta Tiziano, che aggiunge: "Se non si va al voto adesso il Movimento scomparirà, perché il Pd vuole fare come la Lega e prosciugare il Movimento". 

"Credo che se andremo a votare su Rousseau pochi voterebbero per un governo col Pd", è l'opinione di un altro utente. Bob invece scrive: "Vi ho votato perché ci avevate rassicurato sul fatto 'mai con il Pd'. Non tradite la promessa principale". Per Filippo "fidarsi del Pd" è un'idea "un po' folle". Oscura la profezia di Sandro: "Se non prendete le distanze dal Pd, il rischio che il M5S vada sotto il 10% è altissimo". Di segno opposto l'appello di Umberto: "Se il Pd, Leu o altri apriranno in maniera onesta e leale dobbiamo fare lo sforzo per il bene del Paese".