Mail false da parte del Fisco: l’Agenzia delle Entrate raccomanda di cestinarle

LaPresse

Si tratta si un altro tentativo di phishing. Ancora una volta interessa il fisco e rischia di far finire nei pasticci i contribuenti allarmati dalle finte mail dell’Agenzia delle Entrate in cui si chiede di pagare tasse non versate o ricevere conguagli. In realtà è un modo per installare virus sul computer. L’Agenzia delle Entrate ha diramato una nota stampa con cui informa i contribuenti di nuovi tentativi di truffa tramite posta elettronica.

Il comunicato dell’Agenzia delle Entrate

Attenzione alle mail inviate in nome dell’Agenzia delle Entrate che nascondono un tentativo di truffa. Negli ultimi giorni, infatti, sono tornate a circolare delle false mail, apparentemente provenienti da Agenzia Entrate o Agenzia Entrate Gov, che invitano gli utenti ad aprire un collegamento che una volta selezionato fa scaricare un virus informatico”, si legge nella nota.

LaPresse

Controllare l’indirizzo del mittente

Queste mail non arrivano però da un indirizzo direttamente collegato all’Agenzia e hanno come oggetto generico “Acconti” o “F24 Acconti”. Questi messaggi di posta contengono un collegamento che fa scaricare nel computer del destinatario un programma malevolo. “L’Agenzia raccomanda ai cittadini che hanno ricevuto questa mail di eliminarla e di non cliccare sui collegamenti presenti in essa o nei suoi allegati”, si legge nel comunicato.

Non è la prima volta

Già nell’ottobre scorso l’Agenzia delle Entrate Riscossione, in seguito a diverse segnalazioni, aveva avvisato i contribuenti di prestare attenzione alle false mail che stavano girando. Tra gli indirizzi sospetti del mittente segnaliamo: riscossione.agenziaentrate@swisspay.it e assistenza.equitalia@italia.it, o simili. La finalità della truffa è sempre la stessa: installare un virus sul pc dell’utente e impossessarsi dei suoi dati.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità