'Maker Music', Andrea Lai: «Il digital non è una toppa, ma un nuovo linguaggio»

A dispetto di tutte le complicazioni derivate dal dover trasformare Maker Music in un evento totalmente digitale, lo spazio musicale all’interno della Maker Faire Rome – European Edition 2020 si è rivelato un successo. È la dimostrazione che della musica si possa e si debba parlare a 360 gradi, come sottolinea Andrea Lai - curatore di Maker Music insieme a Alex Braga - che tira le somme di questa prima edizione. «La risposta di pubblico è stata buona, anche se è stato complicato organizzare il passaggio dal fisico al digitale. - ci dice Andrea Lai - Tutti i maker che hanno partecipato sono stati però molto bravi a traslare la sensazione del toccare in digitale».