Malaria, sì al vaccino per i bambini. Per l'Oms: giornata storica

·2 minuto per la lettura

L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) raccomanda l’impiego di massa del primo vaccino antimalarico per i bambini, da usarsi in modo particolare nell'Africa subsahariana e in altre zone a rischio.

È un giorno storico, ha commentato il direttore generale del'Oms, Tedros Ghebreyesus. La raccomandazione dell'Oms si basa sui risultati di un programma pilota in corso in Ghana, Kenya e Malawi, che ha raggiunto più di 800mila bimbi dal 2019.

"Il vaccino antimalarico tanto atteso per i bambini - ha commentato Tedros Adhanom Ghebreyesus - è un progresso per la scienza, la salute infantile e la lotta contro la malaria e potrebbe salvare migliaia di giovani vite ogni anno".

Prodotto dalla multinazionale farmaceutica britannica GlaxoSmithKline, il vaccino contro la malaria per i bambini conferma, stando ai vertici dell'Oms, che questa, quella dei vaccini, resta la strategia maestra per combattere tutte le malattie infettive.

Ma così come per il covid-19, il vaccino non basta: "Il Vaccino non sostituisce e non riduce il bisogno di altre misure, come le zanzariere o le cure contro le febbri malariche".

La malaria fa registrare circa 230 milioni di casi ogni anno e 400 mila sono i decessi. Nel 2019 a causa della malattia sono morti più di 260 mila bambini soltanto in Africa.

I trial del 2015 avevano dimostrato che il vaccino poteva prevenire circa quattro casi su dieci di malaria, tre casi su dieci in forma grave e portare a una riduzione di un terzo del numero di bambini bisognosi di trasfusioni di sangue. Tuttavia, c'erano dubbi sul fatto che il vaccino avrebbe funzionato perché per la sua efficacia richiede quattro dosi: le prime tre da somministrare a un mese di distanza a cinque, sei e sette mesi di età, con richiamo finale a 18 mesi circa.

I risultati dei progetti pilota sono stati discussi questo mercoledì da due gruppi di esperti presso l'Oms, dopo oltre 2,3 milioni di dosi somministrate, e hanno mostrato che il vaccino è sicuro e porta comunque a una riduzione del 30 per cento della malaria grave. Inoltre, ha raggiunto più di due terzi dei bambini che non hanno una zanzariera sotto la quale dormire e non vi è stato alcun impatto negativo su altri vaccini di routine o altre misure per prevenire la malaria.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli