Malattie cardiovascolari: Guarcino primo borgo italiano ‘salvacuore’

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 15 lug. (askanews) - Anche se si vive in un borgo bello, tranquillo, in mezzo alla natura e con l'aria buona, per ridurre sovrappeso, diabete e ipertensione, legati soprattutto alla sedentarietà, è necessario svolgere una regolare attività fisica. Per questo si inaugura oggi nel comune di Guarcino, un Percorso Salute 'salvacuore'. Gli abitanti del paese e i visitatori potranno ridurre il rischio di andare incontro a malattie cardiovascolari in modo piacevole e divertente, ammirando il borgo e facendo movimento. Il Percorso nasce nell'ambito dello studio nazionale PREVASC (PREValenza delle malattie cardioVASColari) promosso dalla Società Italiana di Cardiologia Geriatrica (SICGe) e dalla Onlus Salute e Società, come risposta concreta a quanto emerso dallo screening 'Il cuore di Guarcino' su circa 200 anziani del paese. I risultati dell'indagine dimostrano che l'80% degli over 65 di Guarcino è iperteso, il 51% ha un'ipertrofia ventricolare sinistra, il 21% ha il diabete e il 10% una stenosi aortica: poiché ridurre il rischio cardiovascolare passa dall'aumento dell'attività fisica, la creazione di un Percorso Salute in 7 tappe per altrettanti momenti di esercizio mirati è stata la naturale risposta di benessere e prevenzione offerta al paese. E Guarcino è anche apripista per il resto d'Italia: nei prossimi mesi analoghe iniziative di screening e prevenzione cardiovascolare saranno portate in 10 Comuni di altrettante Regioni.

"Nell'ambito del progetto PREVASC- spiega Alessandro Boccanelli, presidente del Comitato Scientifico di PREVASC - nel borgo laziale sono stati valutati circa 200 anziani con risultati che mostrano un elevato rischio cardiovascolare per problemi come sovrappeso, ipertensione e diabete legati soprattutto alla sedentarietà". Il Percorso Salute, reso possibile dalla collaborazione fra il Comune, la Onlus Salute e Società, l'Associazione The Thinking Watermill Society e dalla cartiera di Guarcino in qualità di sponsor, è la risposta concreta per contribuire a ridurre il rischio cardiovascolare degli abitanti del paese e di tutti i visitatori, che, oltre a misurarsi in un'attività fisica piacevole e salutare, potranno apprezzare le bellezze del luogo. "Il "Percorso della salute" vuole essere un esempio di buon utilizzo del nostro corpo, con percorsi di difficoltà differenziata secondo diverse fasce di età e possibilità fisiche. Si ripete cioè quello che faremmo naturalmente: scegliere il percorso più adatto a noi - spiega Cristina Mizzoni - coordinatrice del gruppo che ha disegnato il percorso. L'attività fisica più salutare è infatti quella più fisiologica, ovvero il movimento dei muscoli di grandi dimensioni, come si ha per esempio con il cammino o il nuoto, e l'esercizio fisico migliore è quello che deriva da attività quotidiane finalizzate a un obiettivo, ovvero raggiungere un luogo, fare una salita utilizzando le scale: in questo senso il Percorso Salute diventa perciò un modo per arrivare in maniera semplice e quasi senza accorgersene alla dose' adeguata di esercizio fisico necessario per mantenere il cuore in salute".

"Si definisce attività fisica moderata se si fanno almeno 150 minuti a settimana, mezz'ora al giorno di cammino a passo sostenuto per 5 giorni e 'vigoroso' con 300 minuti, un'ora al giorno per 5 giorni. Il Percorso Salute aiuterà ad ottenere questo risultato grazie a un' attività piacevole e divertente, apprezzando allo stesso tempo luoghi e scorci di grande bellezza" conclude Boccanelli.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli