Malattie ematologiche congenite, Via a progetto CNS-ISS in Palestina

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 17 giu. (askanews) - L'obiettivo di estendere possibilità e aree di intervento dei servizi specializzati per la cura delle malattie emorragiche congenite (MEC) e delle emoglobinopatie in Palestina segna un nuovo passo avanti. Nella giornata del 14 giugno a Ramallah, alla presenza del Presidente del Consiglio Draghi e del Primo Ministro palestinese Shtayyeh è avvenuta la firma di sei accordi di cooperazione allo sviluppo tra Italia e Palestina, riguardanti aree cruciali come l'occupazione, la cultura e la salute, per un impegno economico complessivo di circa 17 milioni di euro. Tra questi, è stata firmata anche l'intesa tecnica relativa al progetto "Potenziamento dei centri clinici per la diagnosi e cura delle malattie emorragiche congenite e delle emoglobinopatie in Palestina - Haemo_Pal". Il progetto, condotto dall'Istituto Superiore di Sanità e coordinato dal Centro Nazionale Sangue, nell'ambito delle attività dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo - Ministero degli Affari Esteri (AICS), di supporto al Ministero della Salute palestinese, è finalizzato al potenziamento dei centri clinici per la diagnosi e la cura delle malattie ematologiche congenite.

Haemo_Pal, prevedendo il supporto tecnico finalizzato all'acquisizione delle competenze cliniche e organizzative, lo sviluppo di servizi specialistici, l'implementazione e la formalizzazione di una rete di centri, la definizione di protocolli e percorsi diagnostico-terapeutici, assicura nuove opportunità di cura ai pazienti palestinesi affetti da patologie ematologiche congenite, alle loro famiglie o caregiver e ai professionisti socio-sanitari. Lo scorso 9 giugno si è conclusa presso la Palestine Red Crescent Society di Ramallah la seconda e ultima parte della formazione residenziale dedicata agli operatori sanitari locali nell'ambito del progetto Haemo_Pal.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli