Malattie rare, a Napoli convegno internazionale sui geni Kv7

Psc

Napoli, 11 set. (askanews) - Dal 12 al 14 settembre 2019 si terrà a Napoli l'International Kv7 Symposium, manifestazione scientifica che riunisce ricercatori e clinici che studiano alcuni dei più importanti processi coinvolti nel funzionamento del sistema nervoso, del cuore e della muscolatura nell'uomo. L'acronimo "Kv7" fa riferimento a una famiglia di geni le cui alterazioni possono causare aritmie, epilessie, ritardo dello sviluppo neurocognitivo, autismo e sordità. Le malattie associate ai geni Kv7 rientrano tra le quelle rare, ovvero interessano meno di 5 persone su 10mila e si manifestano nel 70% dei casi in bambini con meno di 5 anni e possono determinare gravi disabilità con alti costi sociali e sanitari.

L'International Kv7 Symposium è organizzato da Maurizio Taglialatela, professore ordinario di Farmacologia nel Dipartimento di Neuroscienze e coordinatore del dottorato di Neuroscienze della Scuola di Medicina dell'università degli Studi di Napoli Federico II che da anni si occupa dello studio delle epilessie genetiche associate a mutazioni nei geni Kv7, insieme a Iain Greenwood, professore di Farmacologia vascolare dell'Institute of Molecular and Clinical Sciences dell'università St George's di Londra. Parteciperanno all'evento oltre 150 ricercatori provenienti da circa 15 nazioni europee e extra-europee, tra cui Stati Uniti, Canada, Cina, Israele e Australia.

Il programma scientifico si articolerà in tre giorni nei quali si terranno circa 80 comunicazioni - tra letture magistrali, simposi e presentazioni - curate dai vari ricercatori che si concentreranno sulle ultime attività di ricerca svolte.