Malattie rare, trovato donatore compatibile per piccolo Gabry

Psc

Napoli, 16 set. (askanews) - Speranza concreta di guarigione per il piccolo Gabriele, il bimbo di due anni affetto da Sifd, anemia sideroblastica con immunodeficienza delle cellule B, una malattia rarissima che conta nel mondo appena una ventina di casi nel mondo e in Italia uno solo: il suo. E' stato, infatti, trovato un donatore compatibile con il bimbo. Per Gabriele era stata lanciata una gara di solidarietà che ha visto l'installazione di gazebo in molte città italiane per poter effettuare la tipizzazione e trovare un donatore di midollo osseo compatibile: tutti in fila per poter aiutare il bambino. Lo scorso 24 maggio anche in piazza Dante a Napoli furono in molti a partecipare all'iniziativa. In quell'occasione anche il sindaco partenopeo, Luigi de Magistris, chiese a concittadini, visitatori e turisti di fare il test di compatibilità che consisteva in un prelievo di saliva. A dare la notizia sono stati i genitori, Mena e Cristiano, tramite la pagina Facebook 'Gabry Little Hero' dedicata al piccolo: "Sembrerebbe che ci sia un donatore compatibile - hanno scritto - non ci è dato sapere se questa persona sia stata contagiata dalla storia di Gabry o dal contagio di qualche altro piccolo eroe. L'importante è che ci sia, e che sia quell'1 su 100mila che stavamo cercando piazza per piazza". Entro gli inizi di ottobre, Gabriele potrà essere sottoposto all'intervento presso gli Spedali Civici di Brescia: un'infusione della sacca di cellule staminali emopoietiche.