Mali: 10 persone uccise vicino a confine Burkina Faso

Red

Roma, 11 mar. (askanews) - Dieci persone sono state uccise da uomini armati in un villaggio maliano vicino al Burkina Faso, Kourkanda, che è stato bruciato. Lo hanno annunciato funzionari locali.

Gli aggressori non sono stati identificati. In generale, in Mali, i jihadisti attaccano le forze di sicurezza mentre i civili muoiono in scontri tra comunità. "Verso il tramonto, sono arrivati in piccoli gruppi in moto, tutti armati. Solo verso le 8 di sera hanno iniziato ad attaccare i villaggi", ha detto un consigliere del capo del villaggio di Kourkanda, Yussuf Togo.

"Ci sono stati 10 morti, il villaggio è stato bruciato. E nessuno sa da dove vengano gli aggressori", ha detto un funzionario dell'amministrazione di Bankass, la città più vicina, Yanah Dolo, i cui agenti hanno ispezionato il luogo.

Kourkanda si trova nella stessa regione del villaggio martire di Ogossagou, dove 31 civili Fulani sono stati uccisi il 14 febbraio, un anno dopo il massacro di 160 membri di questa stessa comunità, nel marzo 2019. Il Mali centrale è teatro di un gran numero di violenze dal 2015 e della comparsa di un gruppo jihadista guidato dal predicatore Peul Amadou Koufa, che si era ampiamente reclutato dalla sua comunità.

Gli attacchi, spesso seguiti da rappresaglie, si sono moltiplicati tra i Peuls, principalmente allevatori, e le etnie Bambara e Dogon, che praticano principalmente l'agricoltura. Ihr