Mali, presidente ammette di aver stabilito contatti con i jihadisti

Fco

Roma, 10 feb. (askanews) - Il presidente del Mali, Ibrahim Boubacar Keita, ha riconosciuto per la prima volta l'esistenza di contatti con gruppi jihadisti, giustificandoli con la necessità di esplorare le vie d'uscita alla crisi dopo otto anni di guerra.

Ha però aggiunto di essere ancora in attesa di una risposta da parte dei jihadisti sull'approccio adottato da uno dei suoi rappresentanti. "Il numero di morti oggi nel Sahel sta diventando esponenziale e penso sia giunto il momento che siano esplorate alcune strade", ha dichiarato Keita in un'intervista alle emittenti France 24 e Radio France Internationale (Rfi). (Segue)