Malika Chalhy: cosa ha pubblicato Gabriele Parpiglia sui social

·1 minuto per la lettura

La storia controversa di Malika Chalhy e della raccolta fondi utilizzata per comprarsi un’auto sta continuando a far rumore, tanto che sulla questione è intervenuto anche il giornalista Gabriele Parpiglia, che sull’argomento aveva intervistato proprio la ragazza. Ma cosa avrà mai scritto sui social?

LEGGI ANCHE:-- Malika Chalhy, spunta una foto vecchia sui social: lei abbracciata ad un ragazzo. Chi è lui?

gabriele parpiglia malika chalhy
Gabriele Parpiglia interviene sui social sul caso di Malika Chalhy e della raccolta fondi. Photo Credits: Kikapress

La storia di Malika e lo scandalo della raccolta fondi

Andiamo con ordine. La storia di Malika Chalhy aveva colpito gli italiani: una ragazza cacciata di casa dalla mattina alla sera perché aveva detto ai genitori di essere lesbica. Per lei sono subito arrivate tantissime donazioni, ben 140mila euro, che la ragazza aveva annunciato di voler devolvere in beneficenza.

In realtà, però, è subito venuto fuori che Malika ha utilizzato quei soldi per acquistare una Mercedes e un cane. Nello specifico, un bouledogue français costato quasi 2.500 euro.

La storia ha spinto Gabriele Parpiglia a intervenire sulla questione, specie perché lo stesso giornalista aveva ospitato la Chalhy a Live Now, facendole delle domande proprio sulla questione della macchina, smentita in diretta dalla stessa Malika.

Il messaggio di Gabriele Parpiglia su Malika Chalhy

Parpiglia ha così esordito sui social: “Lo devo fare per un motivo ben preciso: una persona mi ha scritto ‘Gabri, a causa di queste situazioni, poi si possono compromettere storie più serie che hanno bisogno di aiuto e non di un bolide sotto il c..o’. Lo devo fare per rispetto di chi non è stato rispettato da queste due ragazzine che in primis hanno preso per il c..o me, guardandomi in faccia, sotto le telecamere in diretta, dinanzi agli spettatori”.

Poco prima di andare in onda mi scrive Selvaggia Lucarelli e mi dice ‘Gabri , ma ti risulta che Malika si sia comprata una macchina da XX euro?’. Io rispondo che non ne sapevo nulla, poi faccio una telefonata e mi viene detto che le due ragazze ‘rispondono’ che l’auto era dei genitori della fidanzata, medici benestanti e che anche Laura Boldrini era rimasta umanamente colpita dalla storia. Rispondo a Selvaggia Lucarelli che insiste sicura. Io dovevo andare in onda e decido di chiedere in diretta se fosse cosi o meno”.

Ripeto in onda: ‘SONO SERIO’. E le due seriamente mi prendono per il c..o. La mattina successiva faccio partire una serie di telefonate per capire a chi appartenesse la macchina. Lo faccio da giornalista, usando le mie fonti e con possibilità di non essere smentito. Passano dei giorni e la visura ufficiale Pra conferma che la macchina è di Malika , presa a Firenze, in un concessionario. Mi viene il vomito. Nel mentre un’altra storia con un altro protagonista prende piede in negativo. Vomito due volte e lo faccio intuire nelle mie storie . Quando risento Selvaggia Lucarelli il puzzle delle bugie (per le due storie) si incastra perfettamente”.

E infine la chiosa finale di Gabriele Parpiglia, con tanto di riferimento a Malika Chalhy: “Ecco, voi due ragazzine che avete mentito in tv e su altre mille cose che non voglio tirare fuori, voi due che giocate nel mondo dei grandi, con grandi bugie e con una paraculaggine da 17 mila euro, weekend al mare, acquisti costosi…sporcate un mondo dal quale dovete stare lontane. Tu Malika che per giorni eri infastidita (non capendo che già sapevo tutto) ora fai il conto con le tue bugie. Evita di smentire… sotto il tappeto non c’è solo la macchina. Mi auguro che i soldi donati/rimasti, possano finire in un progetto dedicato al bene. Buona vita,lontano dalla mia”.

fonte: <a href="https://www.instagram.com/p/CQyM9pSI0Q6/" rel="nofollow noopener" target="_blank" data-ylk="slk:Instagram" class="link rapid-noclick-resp">Instagram</a>
fonte: Instagram

Photo Credits: Kikapress

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli