Malika Chalhy sbotta sui social: “Vi siete divertiti a sparlare? Adesso inizio a divertirmi io”

·1 minuto per la lettura
Malika
Malika

Proprio quando il caso si stava sgonfiando, ecco che Malika Chalhy ha deciso di riacutizzare le polemiche. La giovane toscana, salita alla ribalta della cronaca dopo aver acquistato una Mercedes coi soldi di una raccolta fondi, ha difatti deciso di pubblicare alcuni post a dir poco particolari. La 22enne, meditando forse vendetta, ha dato il via al suo proposito mettendo per primo nel mirino l’allevatore che le ha venduto il bulldog francese al costo di 2500 euro.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.
Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Malika Chalhy medita vendetta

L’uomo ha infatti deciso di donare quella cifra in beneficenza, così la ragazza è sbottata sui social precisando: “Vi siete divertiti tutti a spu****armi? Da lunedì inizierò a divertirmi io. Voglio iniziare con una piccola chicca di uno dei tanti che mi sta sme**ando passando da buon samaritano. […] Per quale motivo il signor G*** ha deciso di donare in beneficenza soltanto adesso nonostante mi conoscesse già da un mese?”.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

L’allevatore non è stato tuttavia l’unico a subire le accuse di Malika, la quale ha di fatto continuato: “A quanto pare la gente che ha qualcosa da nascondere sta iniziando a tremare. Secondo voi di chi sto parlando?”. Chiaramente la questione sta riaccendendo un nuovo dibattito online, dove probabilmente sarà destinata a rimanere tale ancora per diverso tempo.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Malika, la raccolta fondi e la Mercedes nuova

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli