Mallegni: non buttiamo via 25 anni di storia di Fi

Pol/Arc

Roma, 23 ott. (askanews) - "Leggo, anche un po' annoiato, di esponenti di primo piano del mio partito che si ergono a censori di coloro che con passione, senso dello stato e in particolare senso della realtà, vanno in tv, a mio avviso troppo poco! Mi permetto di inviare un consiglio non richiesto a questi geni della 'poltrona', che hanno già svenduto tutto e tutti per una garanzia 'scritta sull'acqua' di una rielezione in caso di scioglimento anticipato del Parlamento. Ecco il consiglio, non buttiamo via 25 anni di storia di Forza Italia, principi, valori come la 'giustizia', annichilita dal governo giallo - verde con l'abolizione della prescrizione oppure il sostegno alle imprese, messe in ginocchio dal decreto dignità con l'ingessamento del mercato del lavoro, sempre a cura di Lega e 5 Stelle oppure dello 'sblocca tasse locali', altra genialata della stessa banda che con la riduzione dei trasferimenti ai comuni ha costretto molti sindaci ad aumentare le tasse alle famiglie e alle imprese". Lo dichiara il vicepresidente dei senatori di Forza Italia, Massimo Mallegni.

"Il centrodestra liberale e pluralista - prosegue - non si ricrea liquidando Forza Italia e garantendo '4 gatti i soliti, con pluri legislature sulle spalle e poche prospettive nella vita privata nell'ipotesi che finisse la pacchia!!! Inoltre, altro consiglio non richiesto, chi ha la responsabilità di un gruppo non deve schierarsi contro qualcuno ma cogliere con entusiasmo la pluralità dei pensieri e riuscire a farne sintesi e tesoro. Un esempio di tutto ciò è la mia Capogruppo Annamaria Bernini che con equilibrio e senso delle istituzioni governa molto bene il Gruppo del Senato. Anche da noi ci sono sensibilità diverse e tutte sempre costruttive come del resto anche nell'altro ramo del Parlamento. Credo che in molti dovrebbero venire a lezione!"