Malnutrizione per 1 bambino su 2 legata a "malattie dell'acqua"

vgp

Roma, 21 mar. (askanews) - "Senza accesso all'acqua pulita e potabile, non c'è igiene. E laddove non c'è igiene, si registra, inevitabilmente, un tasso più elevato di malattie. Questa crisi sanitaria, connessa all'emergenza coronavirus, deve indurci a riflettere sulla circostanza che il bisogno di acqua sicura sia, oggi, più che mai essenziale per preservare la salute di tutti noi e che, nei Paesi più poveri, vada considerato al pari della necessità di dissetare e sfamare". Lo ha dichiarato Simone Garroni, direttore generale di Azione contro la Fame, organizzazione internazionale umanitaria, leader nella lotta alla fame e alla malnutrizione, che in questi giorni sta coordinando una serie di interventi in risposta all'emergenza Covid-19 negli oltre 45 Paesi in cui è impegnata. Accesso all'acqua sicura e igiene(Segue)