Malpensa, arrestata portoghese con 5 kg di cocaina in valigia

Asa

Milano, 30 gen. (askanews) - I finanzieri del Gruppo di Malpensa, in collaborazione con il personale dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno arrestato una cittadina portoghese che ha tentato di importare cinque chili di cocaina contenuta in 233 ovuli. Il servizio è iniziato grazie al fiuto del cane antidroga Banny, pastore tedesco di sette anni, durante i controlli presso i nastri trasportatori dei bagagli. Quello sospetto era stato appena scaricato da un volo proveniente da Dakar. I militari hanno così individuato la passeggera titolare della valigia al momento del ritiro nei pressi della sala arrivi dell'aeroporto.

La donna, dopo un primo controllo documentale, è stata identificata come una cittadina portoghese di 45 anni da tempo residente a Lisbona. Alle prime domande dei militari, ha riferito di essere una "maga" professionista e che trasportava esclusivamente effetti personali e cibo in quanto avrebbe trascorso qualche giorno di vacanza nel Milanese. Data la precedente segnalazione del cane e gli evidenti segni di confusione e timore nel rapportarsi con i finanzieri, è stata effettuata una più accurata ispezione del bagaglio. All'interno della valigia sono stati trovati sacchi contenenti generi alimentari e materiale probabilmente utilizzato per esibizioni e riti magici (tra cui pietre e materiale di natura argillosa) mischiati con ovuli di varia forma e dimensione.

Dall'esame del materiale trasportato sono stati selezionati 233 ovuli di droga, per un peso complessivo di cinque chilogrammi di cocaina. Si è proceduto, pertanto, al sequestro del carico e, su disposizione del Sostituto Procuratore presso la Procura della Repubblica di Busto Arsizio, Dott.ssa Martina Melita, all'arresto e alla successiva traduzione presso la Casa circondariale di Milano del "corriere".