Malta, il nuovo premier Abela: rafforzare lo stato di diritto

Malta, il nuovo premier Abela: rafforzare lo stato di diritto

La Valletta, 12 gen. (askanews) – L’outsider Robert Abela, avvocato di

42 anni, è stato eletto domenica alla testa del partito laburista

maltese, divenendo automaticamente primo ministro dopo le

dimissioni di Joseph Muscat. L’ormai ex premier è accusato di interferenze

nell’inchiesta sull’assassinio nel 2017 della giornalista

investigativa Daphne Caruana Galizia.

“Dopo la tempesta è tornato il bel tempo. Andiamo avanti, lavoriamo, dimostriamo che partito unito e forte noi siamo, che Paese forte e unito siamo”, ha dichiarato Abela. Il premier ha ammesso gli “errori”, ha promesso di “rafforzare lo stato di diritto” ma che al contempo lavorerà in continuità con il precedente governo.

“Ma nella continuità c’è bisogno di cambiamento – ha aggiunto – Sono determinato a conservare ciò che di buono è stato fatto e a cambiare quanto è stato sbagliato. Abbiamo abbastanza umiltà per accettare gli errori commessi. E chi non ne fa? Chi non fa niente, non sbaglia niente”, ha concluso Abela.