Malta, omicidio Caruana: gli affari col governo del mandante Fenech -3-

Coa

Roma, 20 nov. (askanews) - Appresa la notizia dell'arresto di Fenech, il figlio della reporter, Andrew, ha chiesto su Twitter le dimissioni e il fermo dei due esponenti del governo coinvolti. "Il proprietario di una centrale elettrica sospettato di avere assicurato pagamenti sottobanco al capo di gabinetto e al ministro dell'Energia del primo ministro è stato appena arrestato in relazione all'assassinio di mia madre", ha scritto sul social network. "È tempo che Mizzi e Schembri si dimettano e siano messi sotto sorveglianza", ha aggiunto.

Per l'ex leader dell'opposizione maltese, Simon Busuttil, esponente del Partito Nazionalista, l'arresto di Fenech è un duro colpo anche per il primo ministro Joseph Muscat: "si deve dimettere ora e lasciare che la giustizia faccia il suo corso", ha commentato.

Le autorità di Malta si sono ripetutamente rifiutate di aprire un'inchiesta pubblica sull'omicidio di Caruana, ma hanno fatto una sorprendente inversione a U nello scorso mese di settembre, nominando un giudice in pensione a capo delle indagini. E ieri Muscat aveva firmato una lettera per accordare la grazia al presunto intermediario dell'omicidio, che sosteneva di conoscere l'identità del mandante. "Se questa persona collaborerà e le informazioni fornite saranno sufficienti per processare il mandante di questo crimine, allora riceverà la grazia presidenziale", aveva detto il premier maltese.