Maltempo, Allegrini e Arte Sella insieme a un anno da Vaia

Bnz

Verona, 30 ott. (askanews) - È stato assegnato ad Arte Sella, spazio espositivo all'aria aperta di Borgo Valsugana, il settimo Premio Allegrini "L'Arte di mostrare l'Arte". La cerimonia di consegna del riconoscimento si è svolta ieri a Villa Della Torre, a Fumane di Valpolicella (VR), nel primo anniversario della Tempesta Vaia, il più grande fenomeno di danneggiamento del patrimonio forestale mai registrato in Italia, che il 29 ottobre 2018 ha colpito i boschi delle Alpi centro-orientali abbattendo 14 milioni di alberi.

Arte Sella è stata ferita profondamente dal tragico evento, ma ha saputo rialzarsi e trovare una strada per la ricostruzione.

"La Tempesta Vaia ci ha permesso di somatizzare, di interpretare - ha ricordato il direttore artistico del museo Emanuele Montibeller -. I fatti eccezionali sono l'occasione per rielaborare il rapporto che abbiamo con la natura. In qualche modo credo che avremo bisogno di questi strumenti per poter affrontare il futuro. La vera sfida in un periodo di discontinuità ambientale, economica, sociale - ha concluso - sarà dare continuità. La natura ci insegna a fare questo".

"C'è sicuramente una preoccupazione per i fenomeni atmosferici che stanno cambiando il paesaggio - ha commentato Marilisa Allegrini, presidente del gruppo vitivinicolo -. Ma, come insegna la lezione di Arte Sella, l'intelligenza, la caparbietà, la determinazione dell'uomo possono dare speranza e far pensare che possiamo intervenire nel modo migliore con amore e rispetto per la natura. Quando l'uomo vive in simbiosi con la natura dà il meglio di sé".