Maltempo, allerta rossa per Genova e Savona

Dalle 20 di questa sera è scattata l'allerta rossa per il maltempo nel savonese e nel genovese, in Liguria, che durerà fino alle 15 di domani. La perturbazione, sia pure in ritardo rispetto alle previsioni, è molto intensa e lunga e questo ha portato alla decisione di tenere chiuse le scuole un po' ovunque, anche nella provincia di La Spezia, nonostante qui l'allerta sia solo arancione. Unica eccezione di rilievo a Imperia, dove il sindaco Claudio Scajola ha scelto di temere aperte le scuole.

"Il nostro consiglio ovunque è quello di rimanere in casa per tutti coloro che possono farlo", ha scritto su Facebook il governatore della Liguria, Giovanni Toti, invitando a muoversi "sono in caso di reale bisogno, evitando tutti i luoghi potenzialmente pericolosi e informandosi preventivamente sulla situazione ambientale delle strade o della linea ferroviaria, tramite i siti di riferimento tra cui quello di Regione Liguria".

In provincia di Genova scuole, parchi e cimiteri resteranno chiusi, tra gli altri, a Santa Margherita Ligure, Rapallo, Sestri Levante e Lavagna. Nel capoluogo i torrenti Polcevera e Bisagno sono gli osservati speciali in vista dell'ondata di precipitazioni piu' intensa.

La zona più critica è il Savonese e in particolare la Val Bormida dove per tutta la giornata di domenica ha piovuto e ci sono starti temporali. A Montenotte Inferiore sono caduti 72 millimetri in un'ora e il livello del Bormida a Ferrania è salito di 20 centimetri in cinque minuti, raggiungendo il secondo livello di guardia. La cittadinanza e' stata invitata a "prestare la massima attenzione nella zona dei rovesci piu' intensi".

La Regione Liguria ha fatto scattare le misure più cautelative nei confronti dei cittadini previste dai piani di protezione civile dei singoli comuni. Nell'imperiese l'allerta, passata da gialla ad arancione dalle 12.30 di oggi, tornerà gialla per le 15 di domani, nello spezzino passa da gialla ad arancione dalle 20 di oggi fino alle 18 di domani. "La perturbazione che si attende nelle prossime ore sarà molto lunga e porterà piogge abbondanti dove ha già piovuto", ha avvertito l'assessore regionale alla Protezione civile, Giacomo Giampedrone, "fortunatamente, a parte la Valbormida, nelle ultime 24 ore c'e' stata una tregua nelle zone del genovese e del ponente dove aveva già piovuto molto".

"Non si segnalano per ora situazioni di particolare emergenza, se non piccoli smottamenti", ha riferito il presidente della Regione, Giovanni Toti, "ma prevediamo che le ore piu' difficili saranno quelle notturne".