Maltempo, allerta temporali e grandinate

Maltempo, allerta temporali e grandinate

Un vortice di bassa pressione, in arrivo sull'Italia, porterà un brusco calo delle temperature e un deciso peggioramento delle condizioni meteo nei prossimi giorni. Le prime a essere interessate dal maltempo, già da domenica sera, saranno le regioni del Nord-Est e quelle adriatiche, zone in cui si sono già verificati forti temporali, grandine e colpi di vento. Lunedì toccherà anche alle regioni occidentali fare i conti con il maltempo. Sono attesi temporali sparsi con grandine che potranno essere anche di forte intensità. Allerta gialla in Lombardia, Piemonte, Liguria e gran parte dell'Emilia soprattutto quella occidentale, e nella Toscana tirrenica.


SFOGLIA LA GALLERY: Maltempo: a Pescara chicchi di grandine come arance, diversi feriti


Una settimana da incubo

Lunedì 15 luglio sarà dunque la giornata più difficile: un rapido peggioramento è atteso anche sui versanti tirrenici specie su Toscana, nord del Lazio fino alle zone interne del Centro, come Umbria e sud delle Marche, poi Abruzzo, Molise e parte della Puglia. Ma su queste ultime zone, il brutto tempo sarà meno importante rispetto ai giorni scorsi. Piogge e temporali e il rischio di grandine arriveranno tra la sera e la notte successiva su Calabria e nord est della Sicilia. Sempre in serata il quadro meteorologico migliorerà invece al Nord e sulla Toscana. Martedì il brutto tempo sarà concentrato solo al Sud Italia. Andrà meglio per tutti mercoledì mattina in attesa però di un nuovo peggioramento al Nord che si farà avanti con temporali sparsi, anche violenti, che si ripeteranno poi giovedì.


LEGGI ANCHE: Paura a Napoli, tromba d'aria in spiaggia: decine di feriti


Venerdì si avvicinerà l'alta pressione africana che favorirà un aumento della temperatura, mentre numerosi temporali pomeridiani saranno ancora in azione sui rilievi alpini e sulla dorsale appenninica centro settentrionale. Per quanto riguarda il prossimo weekend, gli esperti annunciano caldo su tutto il Paese, specie sulle Isole Maggiori e al Centro Sud, anche se nel Nord Italia si avranno ancora temporali sparsi di forte intensità, specie sulle Prealpi e Alpi (dove è prevista, a sorpresa, anche la neve).