Maltempo a Bergamo, nuovi allagamenti e voli dirottati a Orio al Serio

maltempo a Bergamo

Maltempo a Bergamo, dove si sono registrati diversi disagi a causa delle forti piogge, unite a grandine e vento. Situazione analoga in Val Seriana. Maltempo meno intenso nella Bassa bergamasca, più martoriata la città e le Valli. Ancora perturbata e piuttosto instabile la giornata di mercoledì 7 agosto.

Maltempo a Bergamo, voli dirottati

In Lombardia l’ondata di maltempo ha colpito diverse province. Nono solo Lecco, dove si sono registrati i danni maggiori, ma anche Brescia e Bergamo. A Ono San Pietro è crollato un ponte. Distrutte due autovetture parcheggiate nei dintorni. Fortunatamente nessuna persona era a bordo dei veicoli. A Ceto allagamenti di sedi stradali e cantinati, informa la Repubblica. Nella bergamasca si sono registrati diversi allagamenti e auto in panne.

Richiesti una cinquantina di interventi dei Vigili del Fuoco dalle 20 di martedì 6 agosto 2019 fino all’una della notte. Si è trattato prevalentemente di allagamenti che hanno danneggiato abitazioni, garage e cantine.

A risentire dei disagi maggiori dovuti al maltempo sono stati molti passeggeri diretti a Bergamo. Le violenti piogge, infatti, hanno impedito le operazioni di atterraggio. Sette voli, infatti, sono stati dirottati verso altri scali. Il volo Ryanair proveniente da Pescara, con arrivo previsto a Orio al Serio alle 21,40 di martedì, è stato dirottato a Bologna. Medesima situazione per l’aereo proveniente da Reggio Calabria delle 21,15 e per quello partito da Varsavia delle 20,50. È stato spostato su Pisa, invece, il volo in arrivo da Cagliari alle 21,10. Gli aerei provenienti da Tel Aviv delle 21 e da Madrid delle 20.55 sono stati dirottati sullo scalo di Verona. Così rende noto l’Eco di Bergamo. In molti casi i passeggeri hanno poi raggiunto l’aeroporto di Orio al Serio con autobus appositamente messi a disposizione. Cancellato solo il volo diretto a Varsavia.

maltempo a Bergamo

Maltempo al Nord

Codice giallo emanato dal centro meteo regionale della Lombardia per rischio idraulico e per il possibile sopraggiungere di forti temporali. L’allerta ha riguardato l’area del nodo idraulico di Milano per la giornata di martedì 6 agosto, informa la Repubblica. Tenuti sotto controllo i livelli idrometrici dei fiumi Seveso e Lambro. Disposta anche l’attivazione del radar a cura della Protezione Civile del Comune.

Fango e detriti hanno raggiunto il centro di Acquabona nei pressi di Cortina d’Ampezzo (Belluno). Così il Comune ha disposto la chiusura temporanea della statale 51 di Alemagna, successivamente riaperta. Sull’intero territorio de Veneto, la Protezione Civile ha emesso un nuovo avviso di criticità idrogeologica. Previsti nuovi temporali e tempo a tratti instabile, anche in alcune zone della pianura. L’allerta resta valida fino alle ore 8 di giovedì 8 agosto.

Tra le aree più colpite c’è anche Bolzano, dove alla grandine si è aggiunto il vento con raffiche a 72 chilometri all’ora. Intorno alle 14 di martedì 6 agosto il capoluogo trentino è stato colpito da un temporale molto violento. Registri in città ingenti danni e diversi disagi alla viabilità. Un ragazzo è stato persino colpito da un ramo, ma è stato subito soccorso senza conseguenze. Non risultano altri feriti gravi. Si è trattato del temporale più forte dal 24 giugno del 2008 stando ai dati resi noti dal servizio meteo della Provincia autonoma.