Maltempo in Campania, due dispersi: scomparsi mentre cercavano funghi

maltempo campania dispersi

Sono due i dispersi nel territorio di Sant’Angelo d’Alife, in provincia di Caserta (Campania), a causa del maltempo. Antonio Caimano, 73 anni, e Giuseppe Scialdone, 65, sono usciti la mattina del 2 ottobre per cercare funghi e da quel momento le famiglie non sono più riuscite a mettersi in contatto con loro. Hanno parcheggiato il Suv Fiat Sedici marrone intorno alle sei del mattino e di loro si son perse le tracce. Probabilmente i due hanno perso il senso dell’orientamento a causa della forte pioggia e delle pessime condizioni meteorologiche che li hanno colti durante il cammino.

Maltempo Campania: continuano le ricerche dei dispersi

Le forze dell’ordine di Sant’Angelo d’Alife e dei comuni limitrofi sono al momento impegnate nelle operazioni di ricerca dei due dispersi. Antonio è alto circa un metro e ottanta, stempiato e con i capelli bianchi, ed era vestito di verde il giorno in cui è scomparso. Giuseppe invece, ha la stessa altezza e corporatura dell’amico ma con capelli e baffi bianchi. Entrambi sono originari di Pignataro Maggiore, sempre in provincia di Caserta.

La bomba d’acqua che si è abbattuta sul napoletano ha causato ingenti disagi in tutta l’area metropolitana, in particolare per quanto riguarda il traffico e i trasporti pubblici. È bastato un temporale di un’ora per allagare e congestionare la maggior parte delle strade. L’allarme maltempo è scattato a fine settembre e riguarda l’intera penisola italiana, con la prima settimana di ottobre caratterizzata da un netto calo delle temperature, temporali e grandinate da nord a sud. Condizione che rende la ricerca dei due uomini dispersi nel casertano ancora più complessa.