Maltempo in Campania: frane e allagamenti sulla Costiera amalfitana

maltempo-campania

È allerta maltempo in Campania, dove nelle ultime ore intense piogge si sono riversate sulle aree della provincia di Napoli e della Costiera amalfitana provocando ingenti danni alle infrastrutture del territorio. Al momento, i volontari della Protezione Civile stanno intervenendo al fine di risolvere le criticità idrogeologiche nella regione, mentre per la giornata di domenica 22 dicembre è già stata emanata l’allerta arancione in previsione di nuove frane ed esondazioni di fiumi.

Allerta maltempo in Campania

Stando a quanto riportato dai soccorritori intervenuti in tutta la regione, alcune frane sono state individuate lungo la Costiera amalfitana senza tuttavia provocare feriti, mentre nei comuni di Amalfi, Cetara e Minori un’esondazione sta interessando i centri abitati ed ha reso necessario l’intervento della Protezione Civile. Pericolo esondazione anche nel piccolo comune costiero di Atrani, dove vengono monitorate le condizioni degli argini del torrente Dragone.

Allarme esondazioni anche nell’entroterra napoletano, dove è stata chiusa al traffico l’uscita Caianello dell’Autostrada A1 a causa della rottura degli argini di un alveo. Numerosi allagamenti sono stati registrati anche nel resto della provincia e nel casertano, mentre dalla sala di controllo della Protezione Civile, dove è collegato anche il governatore Vincenzo De Luca, è stata emanata l’allerta arancione per tutta la giornata di domenica 22 dicembre.

Albergo isolato a Salerno

Un caso particolare riguarda inoltre le duecento persone rimaste bloccate all’interno dell’hotel Cetus a Cetara, in provincia di Salerno. Gli ospiti della struttura sono tutte persone invitate ad un matrimonio che si sono trovate intrappolate nell’albergo a seguito di una frana che ha colpito la strada statale 163 Amalfitana verso le ore 18:30 di sabato 21. I detriti precipitati sul parcheggio dell’hotel hanno inoltre danneggiate almeno cinque auto li presenti.

Secondo le affermazioni di Coldiretti Campania infine, le intense precipitazioni stanno compromettendo le coltivazioni di foraggio destinate agli allevamenti, con notevoli disagi nell’area del beneventano e in quella bagnata dal fiume Volturno.