Maltempo: Coldiretti, tra siccità e precipitazioni violente perdite oltre i 6 mld, 10% produzione

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 31 ago. (Adnkronos) – Il maltempo con trombe d’aria, nubifragi, grandinate e precipitazioni violente si è abbattuto a macchia di leopardo su città e campagne con allagamenti e danni ai raccolti ma anche le serre. È quanto afferma la Coldiretti in riferimento all’allerta gialla per il maltempo in otto regioni del Centro-Nord.

Le precipitazioni in questi territori, sottolinea la Coldiretti, sono attese per combattere la siccità ma per ridurre il deficit idrico devono essere continue e di bassa intensità mentre le manifestazioni violente si abbattono su terreni secchi che non riescono ad assorbire con l’acqua che cade e tende ad allontanarsi per scorrimento provocando frane e smottamenti e facendo salire il conto dei danni.

Il 2022 si conferma l’anno nero per l’agricoltura italiana dal punto di vista climatico che, tra siccità e maltempo, evidenzia l'organizzazione, ha provocato perdite superiori ai 6 miliardi di euro, pari al 10% della produzione nazionale, le più elevate da un ventennio.