Maltempo, Conte: accordo Bei-Cdp, subito 530 mln per indennizzi

Afe

Roma, 20 dic. (askanews) - "Mettiamo a disposizione di cittadini e imprenditori che hanno subito danni per terremoti o maltempo risorse concrete e immediate". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, alla cerimonia della firma dell'accordo con Bei e Cdp per gli indennizzi ai cittadini vittime di calamità.

"Diamo loro - ha aggiunto - la possibilità di non anticipare e di non restituire un euro, avendo gli indennizi. Si tratta di un contributo a fondo perduto".

La firma di oggi sblocca una seconda tranche di 300 milioni su un plafond complessivo di 530 mln messi a disposizione da Bei. Duecentotrenta milioni erano già stati attivati a novembre 2017 per 118 eventi calamitosi che hanno colpito 18 regioni italiane nel periodo 2013-2019. I nuovi finanziamenti copriranno anche gli eventi più recenti, come i danni causati dal maltempo a Venezia e in Basilicata.

"Questo accordo - ha commentato Conte - è fondamentale per dotare lo Stato di risorse e risparmiare anche dei soldi perchè con questo meccanismo viene dotato lo Stato di 530 mln, risparmiando quasi 100 mln. C'è stato un sistema Europa che è intervenuto".