Maltempo: esonda torrente nel Varesotto, runner muore travolto

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
L'intervento dei Vigili del fuoco a Luvinate, nel Varesotto
L'intervento dei Vigili del fuoco a Luvinate, nel Varesotto

Continua l'ondata di maltempo che sta investendo l'Italia. A Luvinate, nel Varesotto, è esondato un torrente e un runner 61enne è morto, travolto da un'ondata di acqua e detriti. Era uscito per correre prima che si scatenasse il nubifragio ed era disperso da ieri pomeriggio: i vigili del fuoco hanno lavorato tutta la notte, battendo la zona per cercarlo e l'hanno ritrovato nel gretto del piccolo fiume poco dopo le sette senza vita.

GUARDA ANCHE: Che meteo ci attende nel weekend

Sempre a Luvinate, due palazzine e tre villette sono state evacuate a causa di uno smottamento provocato dall'esondazione del torrente. I vigili del fuoco e la protezione civile hanno aiutato sette famiglie di residenti a spostarsi a casa di conoscenti o in sistemazioni fornite dal Comune. Numerose le richieste di aiuto, nel corso di tutta la serata, per allagamenti e blackout.

Due persone salvate tra fango e detriti

Due persone rimaste intrappolate nella loro abitazione invasa da fango e detriti, sono state tratte in salvo dai vigili del fuoco a Castelveccana (Varese), località Battistone. Si tratta di una coppia di anziani la cui abitazione è stata travolta dall'acqua a causa del maltempo. Entrambi risultano in buone condizioni di salute.

Trombe d'aria a Genova e Salerno

Una tromba d'aria ha colpito Genova. Una decina gli interventi dei vigili del fuoco per tegole e alberi pericolanti. Tromba d'aria anche a Salerno con la furia d'acqua e vento che dal mare si è abbattuta sulla città provocando ingenti danni.

GUARDA ANCHE: Tromba d’aria nel Vicentino

Allerta arancione in 7 regioni

Il Dipartimento della protezione civile ha così emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse, sin dalle prime ore di venerdì 25 settembre, su Sardegna, Liguria, Toscana, Emilia-Romagna, Marche, in estensione a Lombardia, Lazio, Umbria, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, e successivamente su Calabria e Sicilia, con mareggiate sulle coste esposte. E sempre per venerdì è stata valutata l'allerta arancione su alcuni settori di Lombardia, sul bacino montano del Tagliamento e del Torre in Friuli Venezia Giulia, su gran parte di Toscana, Lazio, Campania, Basilicata e sulla parte nord-occidentale della Sardegna. Allerta gialla su gran parte del Paese.