Maltempo Firenze, frana sotterranea si riempie di gas vicino Uffizi

Xfi

Firenze, 19 nov. (askanews) - Gli Uffizi e il centro di Firenze ancora una volta minacciati dal sottosuolo dei Lungarni. Tre anni fa ci fu il crollo del Lungarno Torrigiani, proprio sul lato opposto, a causa delle tubazioni idriche. Oggi si può parlare di disastro scampato per miracolo. Un mix che sarebbe potuto essere micidiale di acqua e gas. Infatti il fiume Arno, con la piena di questi giorni, ha scavato una voragine al di sotto del Lungarno Diaz, a pochi passi dagli Uffizi. L'enorme buca si era riempita di gas. E infatti è stata scoperta proprio dai vigili del fuoco intervenuti a sostegno dei tecnici chiamati per la riparazione. Secondo le prime stime, rivelate oggi dal dirigente di Palazzo Vecchio, Giacomo Parenti, si parla di un'ampiezza di 500 metri cubi. Si attende ora un lunghissimo periodo di cantieri per porre alla mano alla situazione, ma già in molti si interrogano sullo stato di salute dei lungarni fiorentini. E intanto sui social c'è chi ironizza: "Pare proprio che si debba ringraziare la fuga di gas, per averci fatto scoprire i danni sotterranei dell'Arno".