Maltempo, Fratoianni: quante lacrime di coccodrillo da politici

Pol/Gal

Roma, 25 nov. (askanews) - "Piove e viene giù tutto in questo Paese, fragile e senza memoria. Non ci si può dimenticare che pezzi della politica (magari quelli che in queste ore drammatiche urlano di più) in questi anni hanno fatto scellerate scelte: con la riduzione della spesa pubblica, con la riduzione dei controlli, con la manutenzione considerata un inutile orpello". Lo afferma Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana-Leu.

"E la cosa buffa e allo stesso tempo triste è che molto spesso - prosegue il parlamentare di Leu - sono stati proprio i cittadini poi a tributare i maggiori consensi a quelle forze politiche o a quei personaggi che in questi lunghi 25 anni hanno dato fiato alle trombe che consideravano improduttiva, sterile ed eccessiva la spesa pubblica a difesa dell'ambiente e del territorio."

"Sono almeno 15 anni che lanciamo allarmi e avanziamo proposte. Abbiamo organizzato convegni, convocato intelligenze per elaborare piani e proposte per il futuro del Paese. Se ci avessero dato più ascolto non saremmo arrivati a questo punto. E oggi siamo ancora più convinti - conclude Fratoianni - che la grande emergenza sia questa, che la grande opera urgente è la messa in sicurezza del nostro Paese. Perché conserva la bellezza, aumenta la sicurezza, offre lavoro e guarda al futuro".