Palazzetto scoperchiato a Lauria: morta Giovanna Pastoressa

maltempo palazzetto lauria morta giovanna pastoressa

Non ce l’ha fatta Giovanna Pastoressa, la 28enne psicologa rimasta ferita nel crollo del palazzetto di Lauria, lo scorso venerdì 13 dicembre. Dopo che i medici hanno dichiarato la morte cerebrale, i genitori avrebbero acconsentito alla donazione degli organi.

Il forte vento ha scoperchiato il tetto del locale palazzetto dello sport PalaAlberti, provocando almeno otto feriti tra i ragazzi che in quel momento si stavano allenando nella palestra. Sul posto sono subito giunti i soccorritori del 118 e dei Vigili del Fuoco, nonché gli uomini dei Carabineri al fine di ricostruire la dinamica dell’incidente.

maltempo-lauria-palazzetto

Maltempo a Lauria, scoperchiato palazzetto dello sport

Secondo le prime ricostruzioni effettuate dai soccorritori, sembra che il tetto del PalaAlberti abbia ceduto a causa di una tromba d’aria che ha investito la palestra proprio mentre al suo interno si stavano allenando alcuni ragazzi, scaraventando i detriti del tetto su un capannone adiacente. Nell’incidente è rimasta ferita in modo particolarmente grave una ragazza di 28 anni, che al momento è stata trasferita presso l’ospedale di Lagonegro. Il PalaAlberti ospita le partite casalinghe del Lagonegro, squadra di pallavolo maschile che milita nel campionato di serie A2.

Nel frattempo, il sindaco di Lauria Angelo Lamboglia ha subito provveduto ad attivare il Centro operativo comunale, mentre i Vigili del Fuoco hanno delimitato l’area dell’incidente oltre a liberare le strade dai numerosi alberi che sono stati sradicati proprio dalle forti raffiche di vento. Anche altri comuni della Basilicata hanno segnalato danni simili causati dal maltempo che sta sferzando sulla regione.

lauria

Le parole del presidente della regione

In merito alla tragedia è giunto anche il commento del presidente della regione Basilicata Vito Bardi, che in serata ha dichiarato: “Sono vicino alle famiglie di quanti in queste ore stanno attraversando la tragedia che ha colpito la nostra Lauria. […] Non faremo mancare come regione il nostro sostegno a Lauria. Seguirò in prima persona la conta dei danni per poter in maniera consequenziale mettere in capo ogni sforzo possibile al fine di lenire le sofferenze che la natura ha inflitto al paese”.