Maltempo in Liguria, Toti: massima attenzione e prudenza

Gtu

Roma, 20 ott. (askanews) - È confermato il quadro di allerta meteo diffuso oggi dalla Protezione civile di Regione Liguria. "Non si segnalano per ora situazioni di particolare emergenza, se non piccoli smottamenti - ha detto il presidente della Regione Giovanni Toti - ma prevediamo che le ore più difficili saranno quelle notturne". Chiuse le scuole e gli edifici pubblici nelle zone di allerta rossa esondabili.

Dopo un pomeriggio senza particolari criticità a Genova e le piogge diffuse registrati sul savonese, in particolare sulle aree interne che avevano ricevuto già molta acqua, l'evoluzione dei modelli previsionali - spiega la Regione - ha confermato la necessità dell'innalzamento dell'allerta ai livelli attuali, con il grado massimo di allerta idrogeologica (rossa) confermata dalle 20 di questa sera alle 15 di domani sul genovese e sul savonese. Allerta arancione già scattata dalle 13 di oggi fino alle 15 di domani sull'imperiese, allerta arancione dalle 20 di questa sera fino alle 18 di domani sullo spezzino. La perturbazione che sta interessando la Liguria è lenta e stazionaria: nei punti in cui si ferma si registrano cumulate d'acqua significative, con innalzamenti importanti dei corsi d'acqua. Nella zona delle Bormide le precipitazioni sono state costanti e ininterrotte, con 250 ml di cumulata in 12 ore che hanno portato all'innalzamento repentino dei corsi d'acqua. Nel genovese da ieri a oggi precipitazioni mai superiori ai 60 ml, ma gli innalzamenti dei corsi d'acqua sono già rilevanti.

"L'allerta rossa - ha ricordato Toti - ha fatto scattare il piano di protezione civile dei Comuni, con la chiusura degli edifici pubblici nelle zone esondabili e delle scuole. Verranno chiusi alcuni ambulatori, specie in zone esondabili: chi avesse un appuntamento può chiamare per una riprogrammazione entro sette giorni, in modo da non perdere la priorità della prenotazione". (Segue)