Maltempo a Matera, danni per 8 milioni: chiesto stato di emergenza

maltempo matera

Mentre l’Italia continua ad essere costretta nella morse del maltempo, le città maggiormente colpite provano a rialzarsi partendo dalla conta dei danni. A fare le spese dei nubifragi e delle piogge dei giorni scorsi è stata la città di Matera, capitale della Cultura 2019. Stando alle prime stime, i danni nella cittadina storica ammonterebbero a 8 milioni di euro. A comunicarlo è stato il sindaco, Raffaello De Ruggeri, il quale ha parlato di “situazioni difficilmente superabili con la dotazione finanziaria odierna“. Il primo cittadino ha quindi chiesto l’intervento finanziaria della presidenza del Consiglio.

Maltempo a Matera: chiesto stato di emergenza

Le prime stime, stilate dalla sezione “Lavori pubblici”, lasciano a bocca aperta. La spesa per rimettere a posto quando distrutto dal maltempo e ripartire è importante, troppo per un Comune così piccolo. Il sindaco, parlando della conta dei danni si è quindi esplicitamente rivolto al presidente del Consiglio Conte per il riconoscimento dello stato di emergenza e calamità naturalea causa degli eccezionali eventi dell’11 e 12 novembre” che hanno inondato di fango e detriti tutta la storica zona dei sassi.

La situazione a Matera

Nel richiedere gli aiuti economici necessari, il primo cittadino ha voluto precisare che attualmente “la situazione è tornata alla normalità“. “Il provvedimento – recita una nota – serve per richiedere interventi straordinari per superare le criticità e riparare i danni subiti dal patrimonio comunale pubblico e privato. Gli straordinari eventi atmosferici hanno danneggiato strutture pubbliche e private, infrastrutture, impiantistica stradale, strade urbane e rurali“.