Maltempo a Milano, allerta Seveso: chiusa parte della tangenziale Est

maltempo milano seveso

Mentre il maltempo non dà tregua a Milano e al resto della Lombardia, in città è scattata l’allerta Seveso. Le forti piogge che nella mattinata del 27 novembre si sono abbattute sul capoluogo della regione stanno causando numerosi problemi e disagi alla circolazione.

Chiuse uscite della tangenziale Est

Il maltempo sta paralizzando il traffico nella periferia orientale di Milano, dove le autorità hanno disposto la chiusura di parte della tangenziale Est. La chiusura riguarda, al momento le uscite di Lambrate in direzione Venezia e Segrate in direzione Bologna. La decisione è stata presa in seguito alle piogge che nelle ultime ore hanno provocato allagamenti.

Maltempo su Milano: scatta l’allerta Seveso

Occhi puntati sul fiume Seveso. A lanciare l’allarme dandone notizia ai cittadini è proprio la Protezione civile: “Il torrente Seveso – hanno comunicato telefonicamente – ha raggiunto la soglia di attenzione. Se vi trovate in zone soggette ad allagamenti, raccomandiamo di proteggere i locali che si trovano al piano strada e di mettere al sicuro le automobili, usando massima prudenza“.

Come da prassi, il Comune di Milano ha disposto l’attivazione del Centro Operativo Comunale. La disposizione fa seguito all’avviso di criticità diramata dal Centro funzionale monitoraggio rischi naturali della Regione Lombardia che riguarda l’area del nodo idraulico di Milano. Sarà quindi avviato il monitoraggio dei livelli dei fiumi Seveso e Lambro e disposta l’attivazione delle squadre di Protezione civile, MM Servizio Idrico e delle pattuglie della Polizia locale.

Preoccupa, in particolare, l’elevato rischio di allagamenti e le pesanti ripercussioni che essi potranno avere sulla circolazione stradale e non solo. Lo scorso 8 settembre l’esondazione del fiume Seveso aveva paralizzato parte della città, allagando completamente le strade di Niguarda. Per il momento non si registrano danni se non un forte disagio alla circolazione. Le autorità raccomandano comunque la massima prudenza ai cittadini durante gli spostamenti.