Maltempo, Regione Puglia chiede a governo dichiarazione emergenza nazionale

webinfo@adnkronos.com
La Regione Puglia ha chiesto formalmente al Governo nazionale la dichiarazione di emergenza di rilievo nazionale per i danni conseguenti dalle avversità atmosferiche che si sono verificate nei giorni scorsi su tutto il territorio pugliese. Lo rende noto il vicepresidente della Giunta regionale e assessore alla Protezione civile, Antonio Nunziante. In particolare si chiedono finanziamenti straordinari, così come previsto dal Codice della Protezione Civile, le cui finalità saranno quelle di assicurare la messa in sicurezza ed il ripristino della funzionalità ordinario, in un periodo dell'anno delicato per l'economia regionale.  Gli uffici regionali hanno già avviato l'attività ricognitiva per la valutazione dei danni che hanno colpito, oltre i privati, anche diversi settori strategici dell'economia pugliese tra cui l'industria, il commercio, l'agricoltura e le strutture turistiche. Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano ha aggiunto che la Regione Puglia è pronta a valutare l'opportunità di farsi carico direttamente, nell'ambito delle disponibilità del proprio bilancio, qualora il Governo non dovesse accogliere la richiesta.

La Regione Puglia ha chiesto formalmente al Governo nazionale la dichiarazione di emergenza di rilievo nazionale per i danni conseguenti dalle avversità atmosferiche che si sono verificate nei giorni scorsi su tutto il territorio pugliese. Lo rende noto il vicepresidente della Giunta regionale e assessore alla Protezione civile, Antonio Nunziante. In particolare si chiedono finanziamenti straordinari, così come previsto dal Codice della Protezione Civile, le cui finalità saranno quelle di assicurare la messa in sicurezza ed il ripristino della funzionalità ordinario, in un periodo dell'anno delicato per l'economia regionale.  

Gli uffici regionali hanno già avviato l'attività ricognitiva per la valutazione dei danni che hanno colpito, oltre i privati, anche diversi settori strategici dell'economia pugliese tra cui l'industria, il commercio, l'agricoltura e le strutture turistiche. Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano ha aggiunto che la Regione Puglia è pronta a valutare l'opportunità di farsi carico direttamente, nell'ambito delle disponibilità del proprio bilancio, qualora il Governo non dovesse accogliere la richiesta.