Maltempo: Santuario di Lourdes allagato

La città di Lourdes si è svegliata sott'acqua. Il Gave du Pau, il fiume pirenaico che la taglia, è esondato invadendo anche le zone centrali della cittadina. Situazione critica anche per il sacro santuario e per la grotta di Massabielle invasi entrambi da circa un metro di acqua limacciosa.

Almeno 500 i pellegrini presenti in città, tutti in salvo e evacuati in zone sicure e più elevate. Tra loro anche molti italiani, come di consueto. «Abbiamo chiuso l’accesso al pubblico. Lo spazio davanti alla grotta è completamente invaso dall’acqua, l’altare è sott’acqua, in preda a torrenti di fango. Si tratta di danni gravi, che avranno un costo molto elevato», ha detto ieri all’agenzia di stampa France Presse, Thierry Castillo, responsabile dei santuari.

Sono state 36 ore davvero difficili per la Spagna settentrionale, colpita da nubifragi tra i più forti degli ultimi 50 anni. Tutta colpa della bassa pressione che nel corso delle prossime ore si porterà verso la Sardegna, perdendo però molta della sua forza. Sulla Spagna tornerà invece fortunatamente il bel tempo, con temperature in calo almeno fino al prossimo week-end.







Michele Salmi - Classmeteo
msalmi@class.it
Riproduzione Riservata

Ricerca

Le notizie del giorno