Maltempo senza tregua, giovedì torna il freddo

·2 minuto per la lettura

È in arrivo sull'Italia una nuova e intensa fase di maltempo, che porterà con sé anche il freddo. Stefano Ghetti, meteorologo de iLMeteo.it informa che oggi la pressione comincerà ad aumentare richiamando venti più freddi al Nord e cacciando le ultime piogge al Centro-Sud. Mercoledì il tempo sarà asciutto e in gran parte soleggiato, ma il risveglio mattutino al Nord sarà da brividi: le temperature infatti saranno prossime allo zero anche in pianura, con gelate nelle zone periferiche delle grandi città. E dalla sera si avvicinerà a grandi passi una perturbazione che colpirà subito la Sardegna per poi estendersi in nottata ai settori tirrenici e in Liguria.

Sarà giovedì che il fronte fortemente perturbato investirà tutte le regioni dispensando rovesci diffusi e possibili nubifragi su Toscana, Lazio, Campania, Sicilia e Calabria. Nono si possono escludere locali formazioni di trombe d'aria e marine. Comincerà inoltre ad arrivare aria più fredda in quota che farà scendere non solo le temperature, ma anche la quota neve che sulle Alpi cadrà fino a 1000/1300 metri e a 1600 metri sugli Appennini. Ma non è finita qui, venerdì e nel weekend altri impulsi perturbati alimentati da aria fredda in arrivo dal Polo Nord e sospinti da burrascosi venti di Libeccio provocheranno una nuova ondata di maltempo con la neve che scenderà ancora di quota sulle Alpi e stavolta anche sugli Appennini.

Oggi martedì 23 novembre - Al nord: maltempo sul Piemonte occidentale (neve a 1000m), sole altrove. Al centro: piogge su Lazio, Abruzzo, Molise, Marche meridionali, occasionali in Sardegna. Al sud: a tratti instabile.

Mercoledì 24 novembre - Al nord: asciutto e spesso soleggiato. Al centro: asciutto, ma con molte nubi. In serata peggiora in Sardegna. Al sud: in gran parte asciutto.

Giovedì 25 novembre - Al nord: via via piovoso ovunque. Neve sulle Alpi a 1000-1200m. Al centro: maltempo sulle regioni peninsulari, nubifragi sul Lazio, meglio in Sardegna. Al sud: peggiora fortemente, pericolo nubifragi su Sicilia e Calabria.

Da venerdì sempre più freddo con nevicate a quote via via più basse.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli