Maltempo, un morto in Friuli: intrappolato nell'auto sommersa

Sav

Roma, 21 dic. (askanews) - Il maltempo del fine settimana fa una prima vittima. In Friuli Venezia-Giulia un uomo di circa 50 anni è morto dopo essere rimasto intrappolato nella sua auto travolta e sommersa dalle acque nel guado di Murlis (Pordenone), un passaggio attraverso il letto ghiaioso del torrente Meduna e lo "sfiatatoio" del lago artificiale di Ravedis, che spesso durante l'anno è asciutto e percorribile, ma che nei periodi di forti piogge viene chiuso perchè soggetto a improvvisi e veloci allagamenti.

Ed il guado era infatti interdetto la scorsa notte, quando l'uomo, del posto, verso l'una ha deciso comunque di percorrerlo, trovandosi poi bloccato con l'auto nell'acqua: ha chiamato subito i vigili del fuoco, ma la velocità e la quantità del fiume che nel frattempo si ingrossava non gli hanno lasciato scampo. È morto dentro il suo mezzo, senza riuscire ad uscire, prima che i soccorritori potessero raggiungerlo.

I vigili del fuoco sono al lavoro tramite Nucleo fluviale, sommozzatori e una ruspa per recuperare il corpo. Sul posto anche i magistrati della Procura di Pordenone.

Nella stessa zona intervento a lieto fine invece pochi chilometri più a nord, a Vivaro, dove un'altra persona ha cercato di attraversare un altro guado alla guida di un furgoncino porta gelati: rimasto anche lui intrappolato nell'acqua, è riuscito a salire sul tetto del furgone, dove ha aspettato l'intervento dei vigili del fuoco che lo hanno recuperato con un elicottero del Nucleo di Venezia. È stato poi portato in ospedale.