Maltempo, allerta rossa al Sud: un morto in Sicilia

·3 minuto per la lettura

In queste ore un profondo centro di bassa pressione che si è formato nelle Isole Baleari ha raggiunto il Mare di Sicilia e si è trasformato in un autentico uragano mediterraneo. Condizioni estremamente critiche su diversi settori di Sicilia e Calabria dove nel giro di poche ore si è abbattuta la stessa quantità di pioggia di sei mesi

SFOGLIA LA GALLERY: Maltempo in Sicilia: piena di acqua e fango travolge strade e persone

In particolare sulla Sicilia orientale le ultime 24 ore sono state segnate da accumuli d'acqua che localmente hanno superato i 300 millimetri. Come nell'area di Lentini e Scordia, nel Catanese, colpita da violente alluvioni e dove lunedì mattina è stato trovato il corpo senza vita dell'uomo disperso da ieri, insieme con la moglie. La salma del 67enne è stata ritrovata in un agrumeto, in una zona di campagna. La coppia aveva abbandonato la propria automobile, invasa da un'ondata di fango. Sono ancora in corso le ricerche della donna.

In Sicilia 15 i comuni con situazioni più critiche

Criticità importanti sono state registrate, tra le altre, a Maniace con lo straripamento dei torrenti Martello e Saraceno, e con abitazioni e strada invase da detriti, auto coperte d'acqua e fango e servizio idrico interrotto. 

A Randazzo, a causa delle forti piogge è crollato il muretto di delimitazione del ponte sul fiume Alcantara, strada SS116 che porta a Santa Domenica di Vittoria, chiusa in prossimità di Randazzo. 

Stamattina alle ore 7.20 sono stati registrati allagamenti anche ad Alcamo marina. Alcuni fabbricati sono stati molto danneggiati, tra i quali due fabbricati abitati sono stati evacuati. Quattro persone soccorse dai VVF perché in difficoltà in zona terme Segestane, molti cantinati allagati e strade dissestate dalla furia dell'acqua e dalla presenza di detriti o smottamento. 

VIDEO - Maltempo in Sicilia, esonda il fiume Simeto

A Cesarò riscontrati problemi di viabilità sulla SP 165 e nella SP 120 sul ponte sette Archi. Ad Alcara li Fusi è esondato il torrente Scavioli che ha eroso una strada isolando una abitazione. Criticità sul ponte Papaleo in quanto le acque hanno eroso le fondazioni.

Per quanto riguarda la viabilità è interrotta la tratta ferroviaria Catania-Caltagirone. Chiuse in alcuni tratti la Ss191 e la -SS116 nel catanese, la 194 nel ragusano. Nessuna criticità negli aeroporti di Palermo, Catania, Trapani e Lampedusa.

Le previsioni per le prossime ore

Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.ilMeteo.it, avvisa che il ciclone provocherà un'intensa e persistente ondata di maltempo che si abbatterà con estrema violenza soprattutto sulla Calabria, dove sono attese alluvioni su gran parte delle province della Regione, in special modo sui settori ionici. 

Ma dopo oltre ala Sicilia e alla Calabria piogge battenti e venti a più di 100 km/h colpiranno anche Basilicata e localmente anche la Campania. Il vortice riuscirà a interessare, almeno temporaneamente, anche le regioni del Centro con piogge diffuse soprattutto nella giornata di martedì. Il ciclone influenzerà il tempo al Sud per tutta la settimana, e sempre soprattutto la Calabria e la Sicilia ioniche, ma da giovedì anche la Puglia meridionale.

Scuole chiuse in gran parte della Calabria

Dopo l'allerta meteo lanciata dalla Protezione civile che estende l'allerta meteo rossa anche per la giornata di martedì, molti comuni calabresi stanno già predisponendo la chiusura delle scuole anche per domani nonostante al momento la situazione sia sotto controllo.

VIDEO - Lombardia flagellata dal maltempo. I video dei vigili del fuoco documentano i disastri

Sindaco Scordia: "Eravamo inermi davanti a disastro"

"La notte scorsa siamo stati colpiti da un uragano e ci siamo trovati inermi davanti ad un disastro. Non avevano un mezzo adatto per poter intervenire per aiutare le persone in difficoltà. La Protezione Civile ci deve aiutare. Le finanze di molti Comuni, compreso il nostro, sono in ginocchio. Dobbiamo adeguarci a fronteggiare questi eventi calamitosi che si ripetono". Lo afferma Franco Barchitta, sindaco di Scordia, centro abitato del Catanese maggiormente colpito dal maltempo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli