Maltempo, in Veneto situazione in miglioramento -2-

Red/Nav

Roma, 24 nov. (askanews) - Per il maltempo in Veneto si molta attenzione ai corsi d'acqua. I livelli dell'Agno-Guà - si spiega - si mantengono sopra la prima soglia di allerta nelle sezioni di Recoaro, Ponte Brogliano, Ponte Arzignano, Ponte Guà, Ponte Asse e Lonigo, anche se stabili o in leggero calo.

I livelli dell'Astico-Posina risultano in costante crescita nella sezione di Pedescala e Tesina a Bolzano Vicentino: l'Astico a Lugo ha raggiunto la terza soglia di allerta, e il livello si mantiene stazionario.

In aumento le sezioni del Bacchiglione monitorate fino a Montegalda: a Longare si è superato il primo livello di guardia. In crescita anche i livelli del Brenta: nella sezione di Bassano si è superata la prima soglia di allerta, e il livello risulta tuttora in crescita.

Sul Meschio dalla mezzanotte si è osservato un rapido incremento dei livelli. All'idrometro di Cordignano è stato superato il segno di guardia e dopo il picco registrato alle ore 4.30 i livelli risultano in diminuzione. In repentino aumento dalla mezzanotte i livelli del Monticano su tutte le sezioni (Vazzola, Fontanelle, Oderzo): a Vazzola è stato superato il terzo livello di guardia (livello massimo raggiunto: 3.10 m), e il livello risulta ora in leggero calo. Livello in leggero calo anche a Fontanelle.

Sull'asta del Po a causa del transito di un'onda di morbida/piena, si segnalano livelli ancora superiori al primo livello di guardia alla sezione di Polesella (ma in calo e di poco sopra la prima soglia); a Cavanella il livello è in calo e rientrato sotto la seconda soglia.

Negli altri corsi d'acqua non si sono registrati incrementi significativi. Sono stati segnalati locali criticità nella rete idrografica secondaria e in aree urbane, specie nelle zone di Conegliano, Oderzo, Ponte di Piave, Cimadolmo. Al momento non sono stati segnalati fenomeni franosi sui versanti.