Maltempo, Verdi: cambiamenti climatici e incuria a Napoli

Red/Nav

Roma, 22 dic. (askanews) - "Purtroppo questa volta il violentissimo vento che si è abbattuto in città ha fatto una vittima ad Agnano dove un commerciante è stato schiacciato da un albero. Ma la situazione è grave in molti altri quartieri della città e della Campania. A partire da quelli collinari dove al Vomero, in via Belvedere, si è sfiorata la tragedia con un grosso pino che si è abbattuto su un palazzo e sulle macchine parcheggiate". Così afferma in un comunicato il consigliere regionale della Campania per i Verdi, Francesco Emilio Borrelli.

"A via Nicolardi circolazione bloccata per un altro pino caduto, così come anche a Posillipo in viale Virgilio - continua - Non va meglio nell'area nord della città dove diverse strade interne di via Toscanella e via Vittorio Veneto sono rimaste bloccate per ore a causa della caduta di grossi rami. E nel resto della regione gli straripamenti del Sarno e del lago Patria, il fortissimo vento che ha sferzato l'avellinese e il beneventano senza risparmiare la fascia costiera di Salerno hanno causato diversi danni. I cambiamenti climatici, incuria e mancanza di manutenzione sono una vera emergenza. Occorre ripensare modelli urbanistici, manutentivi, di arredo urbano e del verde pubblico secondo il nuovo clima che interessa il nostro Paese. Sempre più tropicale con eventi estremi che, purtroppo, spesso causano vittime". Lo ha dichiarato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli che si e recato personalmente in molti dei luoghi dove sono caduti alberi o sono volati per strada calcinacci, coperture di palazzi, rifiuti e anche cassonetti".

Fabio Procaccini, presidente Lipu, testimone della caduta del grosso pino in via Belvedere, aggiunge: "Intorno alle 6.30 di questa mattina nel pieno della tempesta di vento che ha colpito la città, abbiamo sentito un tonfo seguito da un boato spaventoso. Ci siamo affacciati e abbiamo visto questo enorme pino abbattuto sul nostro palazzo e sulle auto parcheggiate. Due macchine schiacciate completamente. La fortuna è stata che la traiettoria di caduta per pochi centimetri ha risparmiato la stanza da letto dell'abitazione colpita. Una tragedia sfiorata. I cambiamenti climatici colpiscono duro non solo noi esseri umani, ma creano danni anche al mondo selvatico. Abbiamo ricevuto segnalazioni di "cinciarelle gialle" che hanno nidificato nelle cassette postali e anche di "rondoni" che hanno nidificato fino a metà settembre. E' evidente lo sballamento ormonale subìto che li fa andare in riproduzione in periodi sbagliati".